WLTP

WLTP

WLTP

WLTP

Worldwide Harmonized Vehicle Test Procedure

Il protocollo WLTP (Worldwide Harmonized Vehicle Test Procedure) viene utilizzato per l'omologazione dei veicoli nell'Unione Europea. Indica un nuovo ciclo di prova e una nuova procedura per misurare il consumo di carburante e le emissioni di CO2 e di altri agenti inquinanti regolamentati nei veicoli leggeri* in condizioni standard (di laboratorio).

 

Il protocollo WLTP sostituisce la precedente procedura di omologazione (NEDC) entrata in vigore nel 1992. Dal 2017, tutti i nuovi modelli commercializzati per la prima volta sono omologati secondo la WLTP. Da settembre 2018, tutti i veicoli venduti devono essere omologati WLTP. Questo nuovo protocollo di prova in laboratorio è completato dalla misurazione delle emissioni inquinanti nell'uso reale: Real Driving Emission (RDE).

 

Il nuovo protocollo WLTP presenta ai consumatori una stima più accurata del consumo di carburante e delle emissioni di CO2 del loro veicolo.

 

*Autovetture e veicoli commerciali leggeri fino a 3,5 tonnellate

PEUGEOT E IL NUOVO PROTOCOLLO WLTP

In termini di emissioni inquinanti, i veicoli Peugeot equipaggiati con motori Euro 6dStandard europeo che fissa dei limiti per le emissioni inquinanti  sono già conformi ai livelli di emissioni richiesti per legge da settembre 2020.

 

Grazie ad oculate scelte tecnologiche applicate in anticipo sulle normative (SRCRiduzione catalitica selettiva  nei motori diesel e FAPFiltro antiparticolato  nei motori a benzina),  i modelli Peugeot sono già omologati secondo lo standard WLTP (requisito obbligatorio per tutte le autovetture da settembre 2018), più vicino all'uso effettivo dei clienti.

 

Il Gruppo PSA ha pubblicamente sostenuto l'introduzione di questa nuova procedura sin dall'inizio del 2015. Inoltre, per informare al meglio i propri clienti, il Gruppo PSA ha intrapreso un'operazione di trasparenza pubblicando sui siti Web dei suoi marchi i consumi di tutti i modelli dal 2016 e le loro emissioni di NOxOssido di azoto  da marzo 2018, in condizioni d'uso reali, secondo un protocollo sviluppato con le ONG (T&E e FNE) e certificato da un'organizzazione indipendente di terze parti (Bureau Veritas).

 

COSA CAMBIA CON IL PROTOCOLLO WLTP?

Modifiche alle procedure di prova standardizzate

  • Misurazione delle emissioni allo scopo di ottenere informazioni più realistiche
  • Aumento della distanza percorsa durante i cicli
  • Test eseguiti a velocità più elevate
  • Comportamento di guida più nervoso e realistico
  • Aumento della durata dei cicli

DALLO STANDARD NEDC AL WLTP

Uno degli obiettivi della nuova procedura WLTP è garantire una migliore rappresentazione delle effettive condizioni di utilizzo dei veicoli e delle tecnologie impiegate al momento dell'omologazione. Inoltre, definisce condizioni di prova più rigorose e un profilo di guida più dinamico rispetto al precedente ciclo NEDC sviluppato negli anni '90. La sua struttura è stata definita basandosi su dati di guida reali, mentre lo standard NEDC era basato su profili di guida del tutto teorici.

 

Il WLTP produce anche risultati più accurati perché tiene conto delle specifiche di ogni veicolo, comprese tutte le sue dotazioni opzionali, che possono avere un'influenza significativa sul consumo di carburante e le emissioni di CO2. I valori WLTP sono, in alcuni casi, superiori ai valori NEDC a parità di vettura. Questo non significa che il consumo di carburante sia maggiore; si tratta semplicemente di una diversa misurazione basata su un sistema di riferimento più rigoroso e più completo, che riflette meglio l'uso effettivo del veicolo.

LE PRINCIPALI DIFFERENZE TRA LE DUE PROCEDURE DI PROVA NEDC VS WLTP

NEDC WLTP
Ciclo di prova Ciclo di prova unico  Ciclo dinamico più rappresentativo delle effettive condizioni di guida
Durata del ciclo 20 minuti 30 minuti
Distanza del ciclo 11 chilometri  23,25 chilometri
Fasi di guida 2 fasi di guida, 66% di guida urbana e 34% di guida extraurbana  4 fasi più dinamiche, 52% di guida urbana e 48% di guida extraurbana
Velocità media  34 km/h 46,5 km/h
Velocità massima 120 km/h 131 km/h
Influenza delle singole dotazioni opzionali Il NEDC non tiene conto dell'impatto sulle emissioni di CO2 e sull'efficienza. Vengono prese in considerazione dotazioni aggiuntive (che possono variare a seconda del modello)
Variazioni di velocità  Cambi di velocità fissi  Punti di sorpasso calcolati per ogni veicolo
Temperature di prova Misurazioni tra 20 e 30°C Prove effettuate a 23°C, emissioni di CO2 corrette a 14°C

EMISSIONI IN CONDIZIONI DI GUIDA REALI REAL DRIVING EMISSIONS - RDE

Da settembre 2018, oltre al protocollo di omologazione WLTP, tutti i produttori devono misurare le emissioni RDE (Real Driving Emissions) dei loro modelli per tutti i veicoli venduti in Unione Europea, Svizzera, Turchia, Norvegia, Liechtenstein, Israele e Irlanda.

 

Durante questi test RDE, vengono misurate su strada le emissioni di inquinanti quali ossidi di azoto (NOx) e polveri sottili, in modo da ottenere informazioni più realistiche.

FAQ

Cosa significa WLTP?

WLTP è l'acronimo di "Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure" (procedura di prova globali armonizzate per veicoli leggeri).

 

Si tratta di una nuova procedura di prova che fornisce un'analisi più realistica del consumo di carburante e delle emissioni di CO2 di un veicolo. Da settembre 2018, tutti i veicoli immatricolati per la prima volta devono essere certificati secondo lo standard WLTP. Il protocollo WLTP ha sostituito la vecchia procedura NEDC (New European Driving Cycle). 

Cos'è un ciclo di guida WLTP?

Il consumo di carburante e le emissioni inquinanti di un veicolo dipendono sempre dallo stile di guida individuale. Per questo, per sviluppare lo standard WLTP sono state analizzate grandi quantità di dati provenienti da tutto il mondo. Questi dati sono stati utilizzati per definire quattro fasi rappresentative con quattro differenti velocità medie: bassa, media, alta e molto alta.

 

In ciascuna di queste fasi, vengono misurate diverse situazioni (frenata, accelerazione, arresto) con modalità differenti, per riflettere al meglio le reali situazioni di guida quotidiane. La combinazione di queste fasi si traduce in quello che viene chiamato "ciclo di guida".

 

Il consumo di carburante è calcolato su quattro diverse situazioni di guida, con un valore complessivo combinato per i veicoli a benzina, diesel, ibridi e ibridi plug-in.

Perché il protocollo WLTP è importante anche per me?

L'entrata in vigore del protocollo WLTP fa sì che il consumo di carburante e le emissioni di CO2 indicate nella descrizione del veicolo rispecchino in modo più accurato i valori riscontrabili nell'uso reale.

 

La procedura WLTP, tenendo conto delle diverse dotazioni (ad esempio, pneumatici invernali o tetto in vetro), si traduce in valori più realistici, basati sull'effettiva configurazione del veicolo.

 

Valori più realistici comportano, naturalmente, che i veicoli equipaggiati con motore termico avranno consumi ed emissioni più elevati, mentre i veicoli elettrici (compresi gli ibridi plug-in) avranno un'autonomia minore. In prospettiva, questo potrebbe portare anche a un aumento del numero di veicoli soggetti all'imposta sulle emissioni di CO2. A partire dal 1° Gennaio 2021 gli incentivi per i veicoli poco inquinanti sono calcolati secondo i valori del ciclo WLTP.

Che cosa significa RDE?

RDE sta per "Real Driving Emissions" (emissioni in condizioni di guida reali). Si tratta di una nuova procedura per misurare le emissioni di inquinanti quali ossidi di azoto (NOx) e polveri sottili.

 

Come suggerisce il nome, le RDE vengono misurate su strada  in condizioni di guida reali, non in laboratorio. Queste misurazioni sono ottenute tramite un dispositivo intelligente chiamato PEMS (Portable Emissions Measurement System) attaccato alla parte posteriore del veicolo durante il test.

Cosa significa Euro 6?

Euro 6 è la normativa, attualmente in vigore, che fissa i limiti per le emissioni inquinanti degli autoveicoli. Definisce valori massimi di emissione di polveri sottili e ossidi di azoto inferiori rispetto alla precedente normativa Euro 5.

 

Da settembre 2018 lo standard Euro 6 è entrato in una seconda fase: lo standard Euro 6d. Questa prescrive limiti di emissione di polveri sottili ancora più bassi per i veicoli a benzina rispetto alla fase precedente.

Che cos'è la riduzione selettiva catalitica?

Per ridurre ulteriormente i valori di emissioni inquinanti di un veicolo, ai sistemi di scarico dei veicoli diesel viene aggiunta ammoniaca liquida, detta AdBlue®. La riduzione selettiva catalitica (SCR) con AdBlue® può abbattere gli ossidi di azoto fino al 90%. In questo modo lo scarico emette principalmente vapore acqueo, azoto e CO2. 

Cos'è una procedura di approvazione?

Una serie di parametri standardizzati, compreso il ciclo di prova, che consentono l'omologazione dei veicoli.

Inoltre, una procedura di omologazione unica permette di confrontare tra loro il consumo di carburante e le emissioni di CO2 dei diversi veicoli.

Il NEDC (New European Driving Cycle) era in vigore dal 1992; è stato sostituito dal WLTP nel settembre 2018.

Perché cambiare la procedura di approvazione?

La precedente procedura NEDC è stata considerata non rappresentativa dell'effettivo utilizzo delle vetture da parte dei nostri clienti.

Il consumo dichiarato, misurato con WLTP, sarà più vicino al consumo effettivamente riscontrato dai nostri clienti.

Il mio consumo di carburante aumenterà?

I nuovi valori WLTP non avranno alcun impatto sul consumo di carburante effettivo della tua auto. A parità di veicolo, la procedura di prova WLTP produce un valore di CO2/g/km più elevato rispetto al NEDC, semplicemente perché è un test più rigoroso e più lungo, il che significa che il WLTP riflette meglio le condizioni reali di utilizzo. In altre parole, il valore di CO2 più elevato non significa che il veicolo consuma più carburante. Si tratta semplicemente di un valore di CO2 più realistico, risultante dalla diversa metodologia di prova dei veicoli.

Quali sono le scadenze di applicazione?

I valori WLTP devono essere mostrati ai clienti dal:

 

1° gennaio 2021 per i veicoli privati

1° gennaio 2021 per i veicoli commerciali.